10 dicembre 2012

Alla scoperta di Torino


Buongiorno amici, vi avevo già accennato in uno scorso post del mio fine settimana a Torino, ricordate? Assieme ad un gruppo di altri blogger (italiani e francesi), sono stata invitata dalla città di Torino e dall'Assessorato alla Cultura a visitare il capoluogo piemontese in occasione del Grand Tour Blogger Christmas Turin 2012. Non ero mai stata a Torino e nella mia ignoranza ho sempre pensato che fosse una città grigia, una vasta periferia ed è forse per questo motivo che sono rimasta doppiamente a bocca aperta quando lo scorso weekend l'ho visitata per la prima volta. E' proprio vero che spesso si va all'estero per viaggiare, preferendo le grandi metropoli e ci perdiamo queste perle della nostra Italia. 

Torino è affascinante ed elegante, sento di consigliarla come meta per un prossimo vostro viaggio. Anch'io infatti sto già programmando una nuova visita con la famiglia. Ci sono talmente tante cose da vedere che due giorni non  possono bastare per visitarla. Inoltre proprio sotto le festività natalizie, Torino si anima di molte iniziative che coinvolgono grandi e piccini. Il 16 Dicembre in Piazza Valdo Fusi, ci sarà un incontro dedicato ai bambini con i loro peluches per scambiarsi gli Auguri di Natale ed ascoltare una favola animata. Tutti i sabato del mese, compreso la vigilia di Natale, S.Stefano e l'Epifania, in Piazza Castello il Cirque Carillon si esibirà in un vortice di acrobazie. Da non perdere. E poi ancora mercatini, giostre, luci d'artista da ammirare con il naso all'insù, piste di pattinaggio su ghiaccio, il grande Calendario dell'Avvento firmato Emanuele Luzzati dove ogni sera il gruppo storico dei Vigili del Fuoco, apre una casella. Insomma una città tutta da scoprire.


Il tour sarebbe dovuto iniziare nel pomeriggio di venerdì 30 Novembre, ma causa a dello sciopero dei treni si è dovuta rimandare la partenza al giorno successivo. A farmi compagnia durante il tragitto, la mia compagna di viaggio Simonetta. Torino ci ha accolto con una pioggerella fastidiosa ma non ci siamo fatte scoraggiare più di tanto. In stazione ci ha raggiunto Gianlidia ed insieme abbiamo preso un taxi, direzione il Sitea Hotel

Sfortunatamente non posso dire di aver viaggiato tanto nella mia vita e quindi di aver soggiornato in molti alberghi, ma l'Hotel che Antonella ha prenotato a mio nome era davvero meraviglioso. Talmente bello che l'Assessore alla Cultura, Maurizio Braccialarghe, ci ha voluto accogliere con un caldo discorso di benvenuto, proprio nelle sale di questo Hotel. Tra chiacchiere, brindisi e dolcetti di ogni tipo era giunto il momento di correre alla scoperta di altre bellezza della città. 


Sono stati due giorni intensi e ricchi di impegni. Il tour è stato organizzato davvero in maniera ineccepibile. Per il pranzo del sabato ci hanno portato da Arcadia, ristorante molto conosciuto sito in pieno centro - nella Galleria Subalpina. Alti soffitti a volta, colonne di pietra, candele e tavoli rotondi fanno da sfondo a dei piatti squisiti e raffinati. Per l'occasione il nostro menù è stato un inno alla cucina piemontese: antipasto di battuta di carne cruda, risotto al carema (divino!) e per dessert uno zabaione guarnito con paste di meliga. La cena invece è stata organizzata su di un tram in movimento. E' stato davvero emozionante. Abbiamo potuto ammirare le luci della città nella fredda notte torinese e fatto amicizia con nuove blogger che per l'evento ci hanno raggiunto a bordo. 

Di notte la bellezza di Torino viene risaltata dalle Luci d'artista: 17 artisti noti, hanno animato le strade della città con il proprio gusto, illuminando e riempendo di colori piazze e vie. Un consiglio spassionato: se volete godervi a pieno questo spettacolo di luci, copritevi bene in modo da essere tranquilli e apprezzare a pieno la passeggiata tra le vie della città. In alternativa, potete sempre ammirare le luci dal tram in movimento degustando alcuni piatti tipici piemontesi. 


La domenica splendeva il sole. In mattinata ci hanno portato lungo le sponde del Pò e a visitare una Torino dall'alto veramente incantevole. La neve sulle punte dei monti è stata la cornice perfetta. Dopo aver visitato la mostra di Edgar Degas - alla Promotrice delle Belle Arti fino al 27 Gennaio - ed essermi entusiasmata davanti ad un fiocco disegnato a matita, siamo partiti alla volta della prima backery torinese per un laboratorio di biscotti natalizi e dopo aver assaggiato il prodotto finale (mmm...riuscite a sentirmi mentre mi torna a salire l'acquolina in bocca?), siamo entrati in uno dei negozietti più belli mai visti prima: la Cesteria Barbieri

Siccome ho ancora molte cose da raccontarvi e soprattutto molte foto da mostrarvi, ho deciso che scriverò un post che racchiuda alcuni indirizzi speciali che non potete perdervi se sceglierete Torino, come meta per il vostro prossimo viaggio. Concludo citando queste belle parole di un celebre quotidiano newyorkese, il Wall Street Journal: "Elegante, perbene. Dietro quella facciata austera c'è una prorompente vitalità, un cuore pulsante creativo e frizzante che ne fa una città unica e diversa dal resto d'Italia". P.S. Ricordatevi che avete tempo fino alla mezzanotte di domani per iscrivervi al mio giveaway. Per saperne di più, cliccate qui. Bye bye!

Photo by Shabby Chic Interiors. Don't copy or use whitout permission


10 commenti:

  1. Torino è meravigliosamente shabby :).
    Da gustare con calma, passseggiando lentamente quasi a sentire il frusciare di lunghe gonne di taffetà.

    Torino è una città che mi è rimasta nel cuore.
    B.

    RispondiElimina
  2. CIAO,
    ti seguo sempre ma non ti ho quasi mai scritto, sai dall'ufficio meglio lasciare stare, però oggi moi sento coinvolta essendo di Torino.
    Io la amo profondamente.
    Ti consiglio, se vieni a Torino nel ancora a Dicembre di fare un salto in borgo Dora ai mercatini di Natale. Passato il Natale, per tutto l'anno, ogni terza domenica del mese c'è il gran balon, mercato delle cose vecchie. E' molto suggestivo e credo ti piacerà.
    Buona visita, un abbraccio!

    RispondiElimina
  3. Ciao, io conosco bene e amo molto Torino.
    E' una città magica e romantica, piena di storia e di bei musei.
    E'anche una città culturale e vivace.
    Anche i dintorni sono suggestivi e se ti capita di tornarci, ti consiglio di visitare la Reggia della Venaria Reale, ne rimarrai incantata.
    E' solo un peccato che venga poco "pubblicizzata".
    Bacioni, Federica

    RispondiElimina
  4. Quanto amo Torino. Ricordi d'infanzia e non solo.
    Alla prossima allora..
    Deborah

    RispondiElimina
  5. Bellissimo reportage, Sarah!
    Torino e una città regale, elegante e molto curata!
    un saluto
    Cata

    RispondiElimina
  6. Foto davvero incantevoli, Sarah!

    RispondiElimina
  7. ahhhh la mia Torino, silenziosa e golosa città, come si fa a non amarla? sono felice che ti sia piaciuta :)

    RispondiElimina
  8. Hai rappresentato bene la mia città con le tue parole e le bellissime foto :)
    Buon inizio settimana
    Serena

    RispondiElimina
  9. Ma sai che anche io prima di vedere queste foto pensavo ignorantemente che Torino fosse grigia e "industriale"??
    Bè, sono rimasta a bocca aperta! Davvero tutta da visitare! Meravigliosa!

    Lara

    RispondiElimina
  10. Ciao Sara,
    ti volevo ringraziare perchè grazie al tuo post ed alle tue bellissime foto hai reso Torino ancora più bella...
    Torino è la mia città ed hai davvero ragione quando dici che spesso andiamo via dall'Italia alla ricerca di qualcosa di bello ed elegante quando in realtà in Italia esistono paesi e posti davvero incantevoli ed affascinanti.
    Ecco ho trovato la parola giusta per descrivere la mia Torino...AFFASCINANTE!!!
    Grazie
    Un abbraccio
    Angelina

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails